Montréal: la métropol del Québec

Montréal è una delle più importanti città del Canada (seconda agglomerazione urbana del paese dopo Toronto) nonché il centro più popoloso e polo economico della provincia del Québec. In francese viene detta la Métropole ed è la terza città francofona del mondo dopo Parigi (Francia) e Kinshasa (Congo).

052

Vieux-Montréal

Il Vieux-Montréal si offre al meglio in occasione della visita guidata a piedi. Camminare per le le strade del Vieux-Montréal, la città vecchia, tra le facciate di pietra grigia delle dimore sette-ottocentesche, riporta sicuramente la mente alla Francia. Il Museo di storia e archeologia di Pointe-à-Callière rappresenta la migliore introduzione alla storia della città con cimeli che risalgono a 350 anni fa. La neogotica basilica di Notre-Dame stupisce per i ricchi arredi degli interni.

058

Al pittoresco Porto Vecchio ci si può fermare a guardare i battelli che conducono i visitatori fino alle turbolente rapide di Lachine, all’estremità occidentale dell’isola, oppure a visitare il Centre Des Sciences de Montréal, vasto complesso dedicato alle scienze e dotato di una sala cinematografica IMAX.

 

Plateau-Mont-Royal

Il Plateau-Mont-Royal è un quartiere la cui costruzione, nella zona a nordest della Città Vecchia, risale alla fine del XVIII secolo, quando fu edificato per accogliere operai di lingua francese e immigrati. Il “Plateau”, come viene comunemente chiamato,  è tagliato in due da Rue St-Denis, anche se la via più famosa del quartiere è la parallela Boulevard Saint-Laurent. Ai suoi lati, infatti, si sviluppano Chinatown, Little Italy e il Quartier Latin. Sempre in questa zone della città, intorno a Rue Sainte-Catherine, si concentrano i locali più maudit della città, frequentatissimi dagli studenti. È il quartiere che meglio di tutti gli altri cattura l’essenza della città. Le sue vie sono piene di bistrot, librerie, boutique e caffè all’aperto.

La Petite Italie

La Petite Italie di Montréal scorre lungo Boulevard Saint-Laurent, tra le vie Saint-Zotique e Jean-Talon. È uno dei principali centri della comunità italiana di Montréal, vi è anche una forte presenza di ristoranti e negozi italiani.
In questo quartiere si trova l’Église de Notre-Dame-de-la-Défense (Chiesa della Madonna della Difesa), costruita dagli immigrati italiani provenienti dalla provincia di Campobasso per commemorare l’apparizione della Vergine Maria della Difesa a Casacalenda in Molise e famosa per ospitare un affresco raffigurante Benito Mussolini.

Il bagel del Mile-End

Il Mile-End è senza pretese, bohemian, progressive, multietnico ed ha un’atmosfera veramente piacevole.. E’ qui che si puo’ assaggiare il migior bagel di Montréal al negozio St-Vitauer Bagel. L’entrata è sempre piena di gente in fila per comprare i bagel freschi appena sfornati ancora caldi. Il negozio è aperto 24-7 e ogni giorno vende circa circa 12.000 bagel che vengono prodotti proprio sotto i tuoi occhi e mangiati ancora caldi con o senza farcitura (salmone, formaggio, ecc..)

Montréal: la città sotteranea

D’inverno, quando nei parchi della città giunge il grande momento del pattinaggio e dello sci di fondo, i freddolosi se ne stanno ben riparati nella “città sotto la città”: una rete interna di oltre 33 km che collega uffici, abitazioni, centri commerciali, alberghi, cinema e ristoranti.  Da Rue Sainte Catherine, la lunga via dello shopping piena di negozi di ogni sorta, si accede ai grandi complessi come il Cours MontRoyal (un ex hotel) dove la vita invernale si può svolgere comodamente senza mettere mai il naso all’aria aperta!  La zona è comodamente servita dalla Metropolitana: proprio da qui si può accedere anche alla famosa Montreal sotterranea.

5 (2)

La tour de Montréal

Dalla cima della torre di Montréal, che domina il Parco Olimpico sorto per i Giochi del 1976, si gode una vista straordinaria sulla città. La torre inclinata, chiamata “la tour de Montréal” con i suoi 175 metri è la torre inclinata più alta del mondo e fa parte della World Federation of Great Towers (Federazione mondiale delle grandi torri). La piscina olimpica si trova sotto questa torre.

Altro panorama mozzafiato si gode dal Mont Royal. Un magnifico parco fa da corona alla montagna, sul cui pendio si innalza il maestoso Oratoire Saint-Joseph, meta di pellegrinaggi da tutto il mondo.

054

Lo Stadio Olimpico di Montréal

Lo Stade Olympique de Montréal fu costruito per ospitare i giochi della XXI Olimpiade e fu il primo stadio della storia con tetto retrattile.
Successivamente ai Giochi divenne lo stadio di casa della squadre di Montréal di baseball professionistico e di football canadese. Al momento serve come impianto polivalente da 56.040 posti per eventi speciali (p. es. concerti, fiere internazionali) durante i mesi non invernali e continua a fare da stadio per partite selezionate dei Alouettes de Montréal e per la Grey Cup. Molti lo considerano uno degli stadi maggiormente riconoscibili al mondo.

02

Del complesso olimpico fa parte anche il Biodôme, struttura in cui riescono a convivere animali e piante di quattro diversi ecosistemi. Di fronte al parco si estende il Giardino botanico, secondo al mondo per importanza, che oltre ad accogliere favolose collezioni funge da scrigno per gli affascinanti giardini (uno cinese e uno giapponese) e per l’Insectarium.

 

Comments

comments

Rispondi