Rio de Janeiro “cidade maravilhosa”

Il giorno che arrivai a Rio de Janeiro per la prima volta (in occasione del capodanno 2007) fu amore a prima vista. Penso che a molte persone capiti … Perchè Rio ha un’atmosfera unica che ti penetra nell’animo e che non ti abbandona mai, nemmeno quando la lasci portandoti a casa quel sentimento che tutti in Brasile chiamano “saudade”. Fu proprio quella nostalgia che mi convinse a tornarci altre sette volte per coglierne tutte le sfumature in diversi mesi dell’anno… Ecco una guida di tutto ciò che dovete assolutamente vedere e sapere su Rio De Janeiro.

rio-5

 Il centro storico di Rio de Janeiro

Visitate il centro storico di Rio de Janeiro partendo da Praça Quinze, sede del Palazzo Imperiale … da li muovetevi verso la Travessa do Comércio, una delle strade più antiche della città, dove troverete bar, ristoranti, boutique e gallerie d’arte molto caratteristiche. Arrivate dunque al Santuário de Nossa Senhora da Lapa dos mercadores, spettacolare esempio di barocco brasiliano.

Poco distante troverete la Igreja de Nossa Senhora da Candelária, il monumento religioso più importante di Rio de Janeiro.

Sosta quindi alla Confeitaria Colombo, la pasticceria più antica di Rio fondata nel 1894 in rua Gonçalves Diascon che conserva gli interni originali e dove potete assaggiare i dolci tipici brasiliani! … Ma occhio alla linea che adesso si va in spiaggia!

Copacabana

Rio è spiagge. E’ qui che si svolge molto della vita della città. La sensazione che avrete è che tutti sono in vacanza a Rio perché appena un raggio di sole illumina il cielo la gente si riversa sulle spiagge anche per una breve pausa da lavoro o a fine giornata… Invidia? Eheh, io ne provo sempre tanta…

rio-20

Copacabana è la famosissima spiaggia lunga 5 km che sorge nella zona sud di Rio de Janeiro che vive di turisti e bagnanti locali tutto l’anno. E’ affiancata per tutta la sua lunghezza dalla Avenida Atlantica ed è intervallata dai tantissimi chioschi dove poter bere una freschissima capirinha o un agua de coco direttamente dal cocco appena aperto!

E poi ci sono le tipiche barracas sulla spiaggia dove affittare piccole sdraio e ombrelloni coloratissimi per pochi reais. Sull’Avenida Atlantica si affacciano anche diversi hotel di lusso con vista Oceano, il più famoso di tutti è il Copacabana Palace, il primo hotel di lusso di Rio de Janeiro, un edificio dell’800.

rio-19

Ipanema

Ipanema è la spiaggia più famosa di Rio de Janeiro insieme a quella di Copacabana (ma più chic) sempre nella zona sud della città. Affollata anch’essa da turisti tutto l’anno, è affiancata per tutta la sua lunghezza dalla Avenida Viera Souto, intervallata come quella di Copacabana dai tantissimi hotel di lusso e dai chioschi.

rio-25

Nelle stradine che si incrociano nella stretta terra che si estende tra la spiaggia e la Lagoa (il lago alle spalle di Ipanema), così come in tutta Rio, abbondano i bar che fanno spesso angolo dove assaggiare i vari salgados (rustici salati), come la coxinha de galinha (simili ad arancini ma fatti con pollo racchiuso in una pasta di farina e brodo di pollo) e le mille varietà di frullati di frutta tropicale, tra i quali spicca il gettonatissimo Açaí, tanto amato dagli sportivi per la sua carica energetica: assaggiatelo con cereali e banana o fragola! E per fare un pasto completo potete chiedere di farlo frullare con proteine del latte in polvere: come i veri sportivi brasiliani!

Leblon e Arpoador

Il quartiere di Leblon si estende ad ovest di Ipanema, qui le spiaggie sono spazi dedicati al relax di lusso, trovando un equilibrio con il clima trendy della vicina spiaggia di Ipanema. Anche se Leblon è più tranquillo di Copacabana o Ipanema, questo quartiere è conosciuto per i suoi ristoranti chic e i club aperti fino all’alba. Boutique di design e ville baciate dal sole si completano a vicenda per dare forma allo stile di Leblon.

rio-18

A questo punto riattraversiamo Ipanema per raggiungerne l’estremità orientale. La giornata perfetta in spiaggia a Rio de Janeiro non può non finire che sugli scogli di Arpuador, dai quali si ammira ogni giorno uno dei tramonti più belli e applauditi (nel vero senso della parola) al mondo: quello del sole che si nasconde dietro il monte dei Dois Irmãos (a meno che non vi troviate a Rio all’inizio dell’estate, ovvero a dicembre, e quindi svanirà nell’Oceano).

rio-26

Santa Teresa

Una proposta interessante e diversa dal solito si trova nel quartiere coloniale di Santa Teresa: si tratta del lussuosissimo e panoramico Hotel omonimo,  soggiorno prescelto da tanti vip di fama mondiale in cerca di confort e ricercatezza. Santa Teresa è anche il quartiere degli artisti, ci si può trovare tantissimo artigianato locale o anche proveniente da altre zone sempre del Brasile. Qui si trova anche il rinomatissimo ristorante Aprazivel  (Rua Aprazível, 62) un’atmosfera unica dove degustare la tipica cucina brasiliana: nel menu spiccano il piatto mineiro (di Minas Gerais) della gallinada o i famosissimi pastel!

rio-7

Lapa

Nel quartiere di Lapa sorge invece il famoso acquedotto bianco (poi convertito per un periodo in binari per il trenino che portava su fino a Santa Teresa) e la Scalinata Selarón: 215 gradini e 125 metri di altezza decorati con oltre 2000 piastrelle colorate provenienti da tutto il mondo. L’opera prende il nome dall’omonimo artista cileno Selarón che viveva in una piccola casa sulla scalinata. Fu lui ad iniziare e autofinanziare attraverso la vendita dei suoi stessi dipinti l’opera che oggi è visitata da migliaia di turisti all’anno.

rio

Lapa è anche famosa per la vivace vita notturna brulicante di bar e di giovani che tutti i giorni della settimana ma soprattutto per tradizione il venerdi si riuniscono affollandone le strade e i locali al ritmo della musica tradizionale carioca e non.

Cidade do Samba

Una vera città , come dice il nome stesso, di 14 capannoni alla periferia di Rio dove le scuole di samba lavorano tutto l’anno per la preparazione del Carnevale più famoso del mondo. Tutto si svolge in gran segretezza fino al giorno della sfilata al Sambodromo di Rio.

rio-2

I padiglioni assomigliano a degli hangar ma al posto degli aerei al loro interno ci sono i magnifici carri allegorici in costruzione. Il Carnevale di Rio comincia il venerdi prima del martedi grasso in tutto il Brasile, con sfilate di bande per strada e grandi festeggiamenti e termina la domenica successiva (in totale 10 giorni di Carnevale).

Al Sambodromo si accede solo con biglietto acquistato presso le biglietterie ufficiali. Il martedi grasso vengono eletti i vincitori che nel weekend successivo ripetono la sfilata.

Il Corcovado

Sono due le escursioni da fare assolutamente a Rio per ammirare la città dall’alto. La prima è quella al Corcovado, il monolite più alto della foresta di Tijuca sul quale si erige il simbolo assoluto di Rio: il Cristo Redentor.

rio-16

La salita sul monolite è inibita per ovvi motivi al traffico, per cui per raggiungerne la cima si hanno due scelte: un trenino che parte ogni 2 ore circa dalla stazione Corcovado (raggiungibile in omnibus o in taxi) oppure, sempre dalla stazione, uno dei van privati che per 30 reais vi portano su e giù per il monte. In questa seconda ipotesi farete sosta alla biglietteria (altri 30 reais costa l’ingresso per la visita al Cristo) ed eventualmente al Belvedere di Donna Marta, dal quale si gode di una prima veduta sulla città prima di arrivare in cima al monte e ammirare da vicino una delle sette meraviglie del mondo, ovvero la statua del Cristo, e Rio de Janeiro in tutto il suo splendore dal punto più alto possibile.

rio-17

Pão de Açúcar (Pan di Zucchero)

La seconda escursione per ammirare la città dall’alto è quella al Pão de Açúcar (Pan di Zucchero), il secondo simbolo di Rio che per la sua forma prende il nome da un dolce tipico del brasile, alto 396 metri e che si estende sulla Baia Guanabara quasi a fare da guardia alla città.

rio-15

La famosa funivia che trasporta migliaia di turisti sul monte farà sosta prima al Morro de Urca, il colle più basso, e poi vi porterà in cima al Pão de Açúcar per ammirare da un punto di vista centrale ed eccezionale tutta la baia e l’intera spiaggia di Copacabana.

Il Giardino Botanico di Rio

Nel Giardino Botanico (Jardim Botanico) si conservano le piante tropicali provenienti da tutto il Brasile e dal mondo come le altissime palme imperiali del Madacascar che formano i tre vialoni che danno il benvenuto ai visitatori o le tante piante carnivore e le magnifiche orchidee e le ninfee. Aperto dalle 8 alle 17 (ingresso 6 reais) si trova ai piedi del Corcovado, quindi le due visite potrebbero essere fatte insieme per ammortizzare le spese del taxi.

Le Favelas

Una delle visita più emozionanti da fare a Rio, sicuramente quella che a me ha maggiormente toccato, è quella in una favela. E’ assolutamente sconsigliabile andarci da soli bensì con una buona guida del posto e un accompagnatore della favela che si occupa proprio delle visite e che vi farà da cicerone. Io ho fatto visita alla favela Cantagalo , nella zona sud: una di quelle comunità pacificate di Rio ma per fortuna non l’unica grazie al progetto della prefettura e all’intervento della polizia di pacificazione che tiene sotto controllo la situazione perennemente per far si che nelle favelas non torni a regnare la criminalità e il disordine.

rio-6

Cantagalo si affaccia su uno dei quartieri più chic della citta, Ipanema: tipico esempio della contraddizioni che caratterizzano Rio. Proseguendo nella visita si arriva alla favela Pavão Pavãozinho, che si trova invece alle spalle del quartiere di Copacabana.

La cucina carioca

Partiamo dalla churrascaria, il ristorante che prende il nome da churrasco, il tipico modo di cucinare i vari tipi di carne servita poi dai caratteristici spiedoni e tagliata direttamente nei piatti. Al tavolo troverete un cartoncino che da una parte è verde e dall’altra è rosso: fin quando non lo volterete verso il lato rosso al tavolo vi continuerà ad arrivare carne! Posso segnalarvi la Churrascaria Porcão (Rua Barão da Torre, 218, Ipanema) e la Churrascaria Carretão (Rua Visconde de Piraja, 112, Ipanema).

Un’altra imperdibile esperienza gastronomica da fare a Rio è quella in un ristorante al kilo, molto di moda in Brasile, con i magnifici buffet dai quali servirsi tra piatti della cucina brasiliana e internazionale e tra una squisita selezione di dolci… Qui la scelta è la vostra: se affidarvi alla bilancia e pagare, appunto, al kilo oppure (per i più affamati) scegliere l’opzione no limit dove con un prezzo fisso (che varia a differenza del ristorante e della qualità del cibo al buffet) potrete mangiare senza limite. Da segnalare il Frontera (Rua Visconde de Pirajá,128, Ipanema) e il New Natural (Rua Barao Da Torre 173, Ipanema)

 

Comments

comments

Rispondi